Cinema Blog

…there’s a new movie sheriff in town…

2008 Teo’s Awards December 30th, 2008

Teo's Awards

Quest’anno continuo la tradizione iniziata l’hanno scorso dei Teo’s Awards. Eccovi i miei premi…

* Miglior Film – Il Divo – Paolo Sorrentino
E’ sicuramente il film su tutti che mi ha convinto di piu’. Sorrentino e’ il futuro del nostro Cinema e abbiamo il dovere morale di curarlo e coccolarlo.
Ha fatto un film dalla forza eccezionale che non ha paura di portare avanti solo i fatti. Come il Caimano ai tempi il Divo non e’ un film denuncia e per questo ha probabilmente deluso i soliti forcaioli di Sinistra.
Ma Sorrentino ha voluto raccontare un personaggio magistralmente interpretato da un Servillo che ha trovato in Sorrentino il suo alterego artistico. Imperdibile il monologo finale di Andreotti/Servillo che perde la sua naturale freddezza e racconta tutti i malesseri di essere stato il potere per quarant’anni in Italia.
In quel “questo Dio lo sa e lo so anch’io” finale Sorrentino racconta tutta la complessita’ del personaggio Giulio Andreotti.

* Miglior Regia – Paolo Sorrentino
Un certo Kubrick spiego’ al mondo che il genio e’ attenzione maniacale ai particolari. Sorrentino ha imparato questa lezione e l’ha fatta sua maturando film dopo film crescendo come autore e come regista.
Movimenti di macchina sempre piu’ audaci, fotografia impeccabile, musica in completa unione con la storia e i personaggi.
Per la prima volta dopo tanto tempo si puo’ dire di un regista italiano che ha uno stile proprio e non si rifa’ ad un grande del passato.
Signori e’ arrivato il futuro.

* Miglior Attore protagonista – Mickey Rourke
The Wrester vince venezia 2008. Ma vince Venezia 2008 grazie ad una prova fantastica di Mickey Rourke che interpreta un ex campione di wrestling che combatte contro se stesso nella vita di tutti i giorni.
Un’intensita’ fantastica, una prova d’attore che eleva il film ad un vero e proprio capolavoro.
Per chi si ricorda le gesta di Robert De Niro nell’ingrassare trenta chili per impersonare Jack La Motta in Toro Scatenato qui possiamo vedere un attore che, forte del suo disagio vero di persona reale, ha impersonato in modo piu’ che convincente questo personaggio allenandosi e combattendo in circuiti indipendenti di wrestling americano.
Un attore come non ce ne sono piu’.

* Miglior Attrice protagonista – Alba Rohrwacher
Il Papa’ di Giovanna consacra finalmente Silvio Orlando alla storia del Cinema con la Coppa Volpi per miglior Attore protagonista. Ma la pellicola in realta’ ci regala anche un’altra seconda perla. Alba Rohrwacher interpreta in modo perfetto Giovanna, giovane fanciulla che perde il senno e viene rinchiusa in un manicomio.
Se Elio Germano, Filippo Timi, Mastandrea sono le promesse del nostro Cinema nel campo maschile fra le donne scopriamo finalmente una vera e propria attrice che ha la possibilita’ di fare strada.
Una vera promessa del nostro Cinema.

* Miglior momento cinematografico – La coppa Volpi a Silvio Orlando
Questa e’ una delle tante favole del Cinema. Silvio Orlando ha passato tanti alti e bassi. Ma non ha mai smesso di recitare. E’ passato dalla bassa fiction su italia uno al grande Teatro fino al grande Cinema.
Rimanendo sempre di una professionalita’ superiore.
Ha sempre convinto tutti, critica e pubblico. Certo non e’ Brad Pitt, vincitore inspiegabile della coppa Volpi a Venezia 2007, che porta nelle sale milioni di ragazzine urlanti, ma Silvio Orlando e’ un grande del Cinema Italiano, un attore che ha fatto la storia con personaggi importanti in molti film fra i quali come non ricordare Nirvana, Sud oppure La stanza del Figlio.
Un giusto e doveroso riconoscimento.

* Peggior momento cinematografico – Bondi e i tagli
Il movimento dei cento autori aveva iniziato un discorso serio di condivisione con un governo aperto alle idee. Poi quel governo e’ caduto ed e’ arrivato un nuovo ministro. Sandro Bondi.
Fra tutte le persone che il nuovo Primo Ministro Silvio Berlusconi poteva mettere ai Beni Culturali penso abbia scelto la migliore per distruggere tutto cio’ che si era costruito in due lunghi e laboriosi anni.
Con un’abile mossa decide di togliere le detassazione sul cinema Italiano fatto in italia, cosa che non avviene per il cinema straniero fatto in italia, decide una forma di censura e dichiara un’insulsa guerra al P2P.
L’anno buono, non ottimo, ma buono che abbiamo avuto nel Cinema Italiano e’ stato figlio del volano che i centoautori avevano attivato creando interesse intorno al Cinema d’autore.
Per l’anno prossimo ho paura avremo solo i cinepanettoni.

============

Nota Finale.
Il 2008 e’ stato l’anno del rilancio del Cinema Italiano. Gomorra e’ stato candidato all’oscar per miglior film straniero con tanto di sponsorizzazione di una certo Martin Scorsese.
Credo che abbia buone possibilita’ di vincere. E’ un film esportabile e molto intenso. Un film bellissimo. Ma che non mi ha convinto fino in fondo.
Il modo di girare di Matteo Garrone, macchina a mano e attori presi dalla strada, ha un che di affascinante ma non riesce a soddisfarmi come un Sorrentino con la sua attenzione ai particolari con le sue scene senza la minima sbavatura.
Mi rendo conto che sono solo gusti e che il film merita il successo che sta avendo. Probabilmente merita anche la statuetta al Kodak Theatre.
Soprattutto per Saviano.

Che il 2009 sia un anno pieno di buon Cinema e che il Cinema Italiano non si fermi ad un’annata buona ma che trovi la forza per spiccare di nuovo il volo.

Leave a Reply



Fatal error: Call to undefined function comments_with_openid() in /web/htdocs/www.cinemablog.org/home/wp-content/themes/cinemablog_0.1/comments.php on line 92